Nuovo focolaio di Covid 19 nel Palermitano

A 25 km da Palermo, circa 20 minuti di strada, paesino di 3.200 anime, si registra un nuovo spaventoso focolaio, dovuto all’inefficenza del sistema italiano, si non vi è altro modo per descriverne il fattore. In piena emergenza, dove qualsiasi spostamento è vietato, con forze dell”ordine che bersagliano i poveri cittadini in fila ai supermercati, ci sono cittadini come la donna in questione partita dalla Lombardia in treno, quindi infetta sia lei sia possibili persone col quale sarebbe venuta in contatto, arrivata in Sicilia (Non si sa come abbia superato i controlli, o se questi non siano efficaci, o essendo un caso asintomatico non ha aveva alcun valore sballato), va a Palermo, da qui va a trovare i familiari chiusi in casa di riposo proprio a Villafrati. Dopo pochissimi giorni vengono trovati i primi 16 infetti, che diventano 53 e adesso a diatanza di 24 ore 69, nel centro si è creato ovviamente il panico, sembra che i titolari abbiano altre 4 comunità uguali, dove alcuni dipendenti lavoro a giro nelle strutture in questione. Come sempre la zona viene subito dichiarata zona rossa, ma come sempre le attività di prima necessità rimangono aperte, portando inesorabilmente a nuovi numeri soprattutto da casi asintomatici, più ulteriori cittadini che saranno già contagiati e al quali il virus uscirà allo scoperto nei giorni a venire.

La zona è stata dichiarata zona rossa per appena venti giorni, troppo poco secondo alcune stime.

I paesi della regione adesso in quarantena diventano 3, di cui Agira nel catanese (la città più colpita della regione), Salemi nel trapanese e adesso anche Villafrati nel palermitano.

Villafrati
Agira
Salemi

Il primo deceduto trasportato con un urgenza all’aspodelae di Partinico, trasformato in nuovo centro per il Covid-19, un novantenne affetto da gravi patologie, altri 11 sono stati già trasferiti nell’ospedale, il più lontano purtroppo perché gli ospedali di Palermo sono già pieni, si attendono ancora un centinanio di tamponi.

Si sta indagando adesso su chi possa aver portato il virus all’interno della struttura, ma la strada più possibile è proprio quella della cittadina lombarda rientrata in Sicilia da pochissimi giorni. Il paese intanto è chiuso, ma siamo certi purtroppo che come sia stata contagiata la struttura potranno essere tantissimi altri i contagiati, essendo la persona portatrice sana del virus.

Aggiornamento 25 marzo

Aumentano i contagiati, portando gli esiti dei tampo a 72 positivi e altri 22 in attesa di esito. Entrare ed uscire dal paese senza validi motivi è impossibile, il paese è stato subito barricato dalle forze dell’ordine.

I contagiati purtroppo bisogna dire che non non sono soltanto all’interno del paese, essendo che il personale veniva anche dai paesi limitrofi, per cui abbiamo ad oggi casi di contagio a Marineo e Baucina.

Seguiranno aggiornamenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: