Prepariamoci a vedere morire i nostri cari… Boris Johnson positivo

Sembra proprio che il coronavirus attacchi tutta la popolazione che esce nelle strade urbane, questa volta a pagare è stato il primo ministro Boris Jonnson. Colui che nei giorni passati non ha usato parole incoraggianti per il suo popolo, e nemmeno ha dato buoni consigli, tra tutti i paesi della Terra la Gran Bretagna sembra che non abbia preso alcuna cautela per il virus, nemmeno l’accortezza di portare i sospetti in ospedale con le ambulanze, avrebbe dichiato nei giorni passati, “se avete sintomi prendete il taxi e andate in ospedale”.

Secondo le prime interviste, il ministro avrebbe contratto il coronavirus con lievi sintomi, avrebbe avuto tosse e febbre, e dopo un tampone fatto è risultato positivo, al momento si trova in quarantena, ma non si escludono ulteriori contagi all’interno del parlamento Britannico. Al momento continuerà ad eseguire la carica di primo ministro, ma si aspetteranno nuovi esiti per ulteriori decisioni a riguardo.

Il primo ministro da un giorno all’altro avrebbe fatto dei cambi di deciaione molto evidenti, sarebbe passato da “non ci possiamo fermare, ci ammaleremo tutti, abituiamoci a perdere i nostri cari, ad essere stato l’unico paese assieme agli Stati Uniti a tenere liberi i voli, soprattutto tra questi due paesi”, adesso sarebbe passato a nuovi consigli “State a casa, proteggete il servizio sanitario e salvate vite”.

Queste sue azioni poco professionali e poco responsabili, probabilmente avrebbe voluto tenere la Gran Bretagna in piedi a livello economico, per non piegarsi alla chiusura di tutte le attività, come in Cina, Italia e Spagna, di fatto adesso i contagi sono balzati a 11.658 con 578 decessi.

La compagna del ministro, è in isolamento da oltre 10 giorni, poiché essendo incinta sarebbe meglio prevenire un eventuale contagio. Il principe Carlo anch’esso positivo, la regina Elisabetta sempre in ottima salute fortunatamente.

Gli stranieri immigrati a Londra

Sarebbero ben 9 milioni su 65 milioni di abitanti, dato che il ministro ha sempre cercato di contrastare vista l’esponente crescita di immigrazione, gli immigrati che maggiormente il ministro non vorrebbe nel suo paese, sarebbero tutti quelli dell’est Europa soprattutto, probabilmente per mantenere alto il nome del suo partito conservativo. Ma a tremare dopo la Brexit sarebbero tutti gli stranieri immigrati in Gran Bretagna, che dapprima stimavano la terra ospitante, adesso iniziano ad avere paura con l’avanzata del nuovo virus, e con il loro primo ministro che non sa da che parte stare, cosa faranno adesso gli immigrati? Scapperanno dalla Gran Bretagna per paura dei alti livelli di pandemia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: