Trump chiede aiuto alla Cina

Dopo quasi 4 anni di politica americana antiCina, ricordiamo le dure decisioni del presidente Trump negli ultimi anni, quando per esempio ha bloccato l’importazione di Huawei in America, gli elevati tassi alle impostazioni verso la grande mela, e adesso? I nodi sembrano venire al pettine. A forza di fare i duri si piange diceva un vecchio saggio.

Donald Trump avrebbe sostenuto che la Cina abbia avuto maggior tempo per conoscere il virus, e per cui potrebbe adesso aiutare l’America in questo momento di emergenza. La lunga chiamata di Trump è stata mirata sul chiedere aiuto dalla Cina. Il presidente cinese Xi avrebbe confermato che la Cina potrebbe dare aiuti all’America, ma prima deve essere l’America a risolvere alcuni problemi causati in passato, a cercare di controllare la pandemia nel proprio paese, sostenendo che questa abbia fatto ancora ben poco per arginare il diffondersi.

L’America al momento si è unita alla Francia per combattere il virus, ma entrambi i paesi sembrano avere enormi lacune in merito, anche per la totale mancanza di attrezzatura sanitaria per il popolo, nel mentre Trump sta puntando il dito contro la Cina, sulla diffusione del virus fuori dalla Cina, e con l’avvertimento sulla pandemia troppo in ritardo.

Secondo l’opinione pubblica, questo modo di fare di Trump potrebbe portare ad una chiusura totale della Cina verso l’America. Il presidente Xi ricorda a Trump che l’avviso della Cina all’oms sia stato tempestivo, tanto che molti paesi hanno subito dichiarato lo stato di emergenza, scelta che ancora oggi l’America non ha preso. Inoltre ricorda il presidente della Cina, che il virus fosse inevitabile che uscisse dalla Cina, visto che nel mondo attuale si è fatto tanto per abbattere i confini artificiali tra i paesi, tanto che la Cina si sarebbe aperta un po’ di più negli ultimi anni, rispetto agli anni precedenti, che è stato un paese totalmente chiuso al suo interno.

La Cina ammette che avrebbe esposto pubblicamente sia le sue cure, la sua prevenzione e la sua percentuale di crescita. Di fatto ammette Xi, che avrebbe anche inviato aiuti per arginare il fenomeno, come gli aiuti all’Italia.

Trump in un suo a tweet <<Grande Rispetto alla Cina>>.

Gli Stati Uniti contano oltre 82.000 contagi, il numero più alto di qualsiasi altro paese al mondo. I toni di Trump avrebbero sempre una doppia lama, da pacifici a scontrosi. In Cina al momento si registrano poco più di 50 casi. Trump e Macron si dicono preoccupati sull’impatto economico mondiale che avrà il virus, ma al momento non sanno come fronteggiare l’emergenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: