Come fare la pizza

In questi giorni, sembrerebbe che un po’ tutti ci stiamo dedicando ai fai da te in cucina, sia per risparmiare qualcosina, sia per evitare contatti, vista la situazione. Cercherò di riassumervi i migliori modi di fare una buona pizza in casa.

La pizza senza lievito è sicuramente una delle migliori soluzioni per praticità, come dice il grande pizzaiolo Cristian Marasco, che come da premi ricevuti avrebbe iniziato all’età di 7 anni a mettere mano nell’impasto.

Impasto per 3 pizze

150 grammi di farina, 100 grammi di acqua naturale e mezzo cucchiaino di zucchero, in una ciotola mettere i 3 ingredienti, la ciotola va bene qualsiasi tipo purché non sia d’acciaio, impastare fino a far diventare un unico blocco l’impasto, a questo punto si travasa tutto in un’altra ciotola, coprendola con della pellicola, questa va forata con stuzzicademti o simili per far ossigenare l’impasto, a questo punto per 24 ore dovreste conservare il vostro impasto in un luogo a temperatura ambiente (in base alle temperature potrebbe occorrere più o meno tempo), vedrete l’impasto lievitare. A questo punto, si prenderanno 250 grammi di questo impasto, si mescolerà a 250 grammi di farina, a questo punto aggiungete 100 grammi di acqua e continuare la mescola mentre aggiungerete altri 50 grammi di acqua e 10 grammi di sale sciolto all’interno dei 50 grammi di acqua, se la farina è integrale vanno bene anche 7 grammi di sale. A questo punto l’impasto sarà pronto, dividerlo in quanti blocchi volete, in base alle dimensioni delle vostre teglie e forno, mettere un po d’olio nella teglia, stendere l’impasto con le mani unte di olio, se durante la stesura l’impasto si rompe attendete qualche minuto che si rilassi, a questo punto sarete pronti per infornare, ricordatevi, che anche a questo punto se attendete prima di infornare il lievito lieviterà e la vostra pizza sarà ancora più digeribile e più simile alla pizza di una pizzeria. A questo punto potrete condire e infornare, sotto troverete una piccola lista di condimenti base e come infornare

Condirla e infornarla

Farina (meglio se integrale), olio (nella teglia per non fare attaccare l’impasto, mozzarella (meglio farla scolare prima per non avere l’effetto troppo acquoso nella pizza, questa va messa o a fine cottura o nell’ultimo minuto di cottura, affettati (sempre a fine cottura), salsa di pomodoro pelato condito con olio e sale, cottura a forno già caldo, va messo al massimo, per non avere l’effetto pizza asciutta si consiglia di mettere un pentolino di acqua sotto la teglia, per circa un minuto, e a fine cottura un minuto circa di ventilazione per asciugare l’umidità.

Se ti ho dato una buona idea metti un mi piace e seguimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: