Il mondo era o è marcio?!

Poteri criminali che bruciano la Terra

Quanto “tempo è passato”!? Quanto tempo ancora passerà, prima che questa storia finisca del tutto!?

É la domanda che da settimane mi pongo, e che porrei a voi amici miei, perché credo che voi stessi, vi siate posti la stessa domanda… Ad oggi, non hanno fatto altro che impallinarci la testa, di notizie riguardanti il problema “Coronavirus”, tramite la rete, i giornali, le radio e i media tutti, che continuiamo ad usare da decenni ormai.

Personalmente, il 9 aprile, sarà già un mese dall’inizio della mia quarantena chiuso in casa, a causa del Covid-19, dove il tempo sembra essersi fermato, e devo confessare che molto è cambiato in me in questo periodo di massimo isolamento; sicuramente ho avuto modo di riscoprire me stesso, e di reinventare il mio quotidiano; vorrei che capiste che dopo l’ 11 settembre del 2001, nulla è più come prima, e che il mondo è stato stravolto socialmente, economicamente e strutturalmente, dove “lupi vestiti da pecore” hanno portato allo “sfacelo” intere nazioni.

Se con l’era di internet e della globalizzazione, abbiamo pensato di essere più velocemente connessi e vicini in tutto ciò che la società ci ha dato, beh penso a volte che siamo caduti in un”tranello” di proporzioni globali. L’ Unione Europea non è un’opportunità, per me non lo è mai stata, anzi direi che la sua accettazione, ha velato la democrazia dei popoli, in una vera e propria dittatura economico-sociale, dove capitalistiche Coorporation e non governi sovrani, hanno preso il controllo di tutto, anche delle nostre stesse vite, non siamo più in grado di pensare e di vedere il buon senso, nonché la realtà delle cose… Potrei esser visto, per queste parole, come il complottista di turno, certo, ma vedete quando un’individuo non segue il protocollo e le procedure che governi capitalistici vogliono iniettare nel midollo delle nazioni, sul pensare della gente, verrà sempre etichettato come l’intruso, la “falla nel sistema”; oggi vorrei farvi solo una domanda: Quanto siete, quanto siamo disposti a cedere e perdere ancora, nel nome della sicurezza!?

Attentato? Alle Torri gemelle? Perché . .

La nostra libertà, le nostre certezze, emozioni, oramai cancellate, da chi in nome del denaro ha creato un mostro di proporzioni inimmaginabili; la libertà è un diritto “inalienabile” che nessuno può permettersi di privare. Essa risiede nella mente di ognuno di noi, in nessun altro luogo. Un giorno ci sveglieremo e credo che sarà già troppo tardi, per fare qualcosa. Il nostro Bel Paese, lo “stivale” cancellato e spogliato della sua sovranità nazionale, è diventato uno scarpone puzzolente, dove uomini sono stati trasformati in macchine, che lavorano per bassi salari obbligandoci a resistere, ed essere non pensanti.

Oggi il mio pensiero va alle vittime che non sono più qui con noi, e a tutte quelle persone che si sono impegnate con sacrificio e rispetto della Costituzione, che stanno rischiando la propria incolumità per il bene nostro e di tutto il paese, a tutti quelli che pur senza esitazione si impegnano nel rimanere in casa, pur consapevoli della non certezza del domani! Lo stato non sono i politici, lo stato siamo noi, i cittadini. Un giorno la verità verrà fuori, se prima si armavano uomini per invadere e controllare altri uomini e nazioni, sterminando, oggi la guerra ha cambiato strategia, adesso la si vince in maniera più sottile, silenziosa, costruendola in laboratorio. Siate più attenti a ciò che ci circonda, prendiamo più consapevolezza di noi stessi, delle nostre capacità, perché a volte ciò che abbiamo sotto ai nostri occhi e reputato come banale, in realtà cela qualcosa di straordinario, sì perché la normalità a volte viene vista come qualcosa di incredibile, appunto perché il nostro Paese ha dimenticato la sua storia maestosa, e cosa sia la normalità lo dobbiamo ai nostri figli e alle nuove leve generazionali, per un domani migliore…

Buona quarantena a tutti amici miei…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: