Il blef del coronavirus

Partiamo da un presupposto, i virus non hanno le gambe, ne la motocicletta. Se un virus si trova in Cina, e già sta provocando morte, questo può arrivare in altri paesi? Ma a che velocità? Raggiunge tutti i paesi del mondo? Anche i paesi più dimenticati dall’uomo? Come mai la Cina è riuscita a murare il virus all’interno della città di Wuhan? Analizziamo la situazione

Oggi quasi tutti i paesi del mondo hanno dichiarato lo stato di emergenza, ok giusto farlo. L’OMS ha dichiarato la pandemia, (già 15 giorni prima di dichiararla parlavano di pandemia), ok ci può stare avvisare sulle possibili conseguenze continuando con quell’andamento, del resto il mondo deve essere “pronto” a eventuali catastrofi.

Ma è mai possibile che nessun paese sia riuscito a tenere il virus fuori dal proprio continente? Sapendo che in diversi paesi stava già creando il panico.

La Cina fino a pochi anni fa era quasi chiusa, il governo cinese non permetteva ai turisti di raggiungere facilmente la Cina, si parla addirittura che un numero limitato di turisti all’anno poteva raggiungere il paese, oggi questi dati si sono un po ammorbiditi, ma non che siano cambiati totalmente, nemmeno sulla loro politica ed economia sappiamo molto (come per la Russia e la Corea). Queste 3 nazioni non sono sicuramente come l’Italia, aperte a tutti. Quindi quante persone hanno potuto raggiungere la Cina, e ritornare giorni prima o durante la pandemia cinese? Non penso milioni, e tra l’altro mica tutti prendono il virus, si parla del 10% sui tamponi fatti, di quel 10% muore circa un massimo del 3% (media mondiale attuale). Per fare un esempio, facendo un tampone a persona nel mondo, 7,53 miliardi di tamponi, 753.000 risulterebbero positivi al tampone, 22.590 morirebbero (nel peggiore dei casi), considerando il tasso di morte al 3%, la media del 3% è considerata in proporzione media per eccesso, in Cina non arrivavano oltre l’uno per centro, in Italia al 7.2%.

(L’Italia ha avuto il tasso di mortalità più alto, probabilmente perché non si è avuto il tempo di contrastare subito il virus, per gli eccessivi tagli alla sanità, la Cina per esempio ha mantenuto basso il livello adottando regole per la quarantena molto severe, da paese dittatoriale, non possibili in un paese democratico come l’Italia, ecc ecc). Vediamo adesso le percentuali di morte in Italia in base all’età:

  • Da 0 a 29 anni 0% di decessi
  • Da 29 a 39 anni 0.3%
  • Da 39 a 49 anni 0.4%
  • Da 49 a 59 anni 1%
  • Da 59 a 69 anni 3.5%
  • Da 69 a 79 anni 12.5%
  • Da 79 a 89 anni 19.7%
  • Oltre 90 anni 22.7%

Tra questi, il 60% dei decessi sono maschi. Questi sono i dati secondo un campione di 1625 deceduti, calcolato dall’ISS (ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ). Si arriva a un totale del tasso di morte in Italia del 7.2%, che ha avuto il peggiore tasso del mondo per i motivi descritti sopra, ma adesso ha anche il maggior numero di guariti (la sanità italiana è invidiata in 3/4 del pianeta, la cura sperimentale adoperata oggi da quasi tutti gli ospedali del mondo, compreso in Cina, è stata lanciata a Palermo, in Sicilia, e si tratta della clorochina, medicina già esistente, usata contro l’ebola, sars, peste ecc da 70 anni, ma questo non te lo dice nessuno, perché devi vivere nel terrore), dal 7.2% se non fossero considerati gli ultra novantenni (dal sistema immunitario sicuramente debole già di per se) si arriverebbe al 4%. Ma gli ultranovantenni sono sempre persone (non vecchi come qualche tg li ha chiamati), a questo punto sappiamo che se nel mondo su 7.53 miliardi di abitanti, il 10% prendesse il virus si avrebbero 753.000.000 milioni positivi, di questi morendo con il 3% di probabilità ci sarebbero 22.590.000 decessi per il virus. Mentre in Italia, consiserando i 60.3 milioni di abitanti con tasso di contagio del 10% medio (presso a poco è uguale in tutte le regioni d’Italia, un po più alto al nord, più basso al sud), ci sarebbero 6.030.000 di positivi, con tasso di morte al 7.2% avremmo 434.160, se non considerassimo gli ultra novantenni arriveremmo a 241.200 decessi, quasi la metà con i soli ultranovantenni, nel mondo i 22.590.000 diventerebbero quasi 15.000.000.

Ma gli ultranovantenni, lo sanno tutti che hanno le loro carenze immunitarie, lo sanno tutti che hanno uno stato di salute basso, o muoiono per l’influenza, o muoiono per altre patologie, è normale.

Adesso analizziamo un’altro dato, ritorneremo a quello sopra più avanti. Nel mondo secondo la WHO sono morte nel 2016, 56.9 milioni di persone, di cui quasi il 25% è morto per ictus e ischemie (principale casusa di morte degli ultimi 15 anni nel mondo), il 5,3% per malattie polmonari ostruttive, il 3% per cancro ai polmoni e tumori alla trachea, il 2.8% per diabete (rispetto all’1.8% del 2000), ci sarebbero ancora altri dati, ma questi sono quelli che interessano a noi in questo momento.

Come mai non si dichiara la pandemia per i morti i morti da ictus e ischemie, se sono già al 25% contro il 5.3% delle malattie polmonari? Leggerete la risposta più avanti.

La WHO riferisce che nel 2016, la percentuale di morte per malattie infettive polmonari contagiose (virus, polmonite, ecc) era già troppo alto, con i suoi 3 milioni di decessi all’anno, quindi il 5.3% dei 56.9 milioni di decessi annuali.

Ma perché il coronavirus fa tanto scalpore? Avete sentito che ha colpito anche la nobiltà? Avete sentito che è arrivato anche nei paesi più poveri dell’Africa? Bene, la WHO fa una distinzione, nei paesi a basso reddito, i tassi di mortalità sono più alti per le malattie trasmissibili (la tubercolosi ancora è tra le prime 10 malattie di morte), cause materne, gravidanza e parto, e per carenze nutrizionali, queste ammontano a più del 50% contro il 7% nei paesi ad alto reddito (all’interno dei paesi ci sono ricchi e poveri), le malattie respiratorie, hanno registrato inveve gli stessi tassi di percentuale nei due blocchi di persone. Se vuoi vedere questi dati basta collegarti a questa pagina ufficiale del WHO.

Perché quindi noi popolino, dobbiamo tenere la mascherina? Perché non vedi le persone di alto reddito con la mascherina? Semplice, perché le malattie le portano le persone a basso reddito, perché le ambulanze non ti vengono a prendere a casa e ti portano a fare il tampone? O in ospedale in cura? Hai sentito che il virus lo hanno preso tantissime persone con alto reddito, persino il principe Carlo alla sua età, la Merkel, giocatori di serie A, e nessuno di questi è morto? Semplice hanno un alto reddito e vengono curati, perché se la malattia polmonare trasmissibile viene curata in tempo, non crea un’elevato tasso di morte, se rimane al popolino non è un problema, ma deve allontanarsi dalla nobiltà. Perché è stata dichiarata la pandemia mondiale? Perché i potenti e ricchi cinesi, stavano prendendo troppi l’influenza. E come si poteva dare spazio al popolino di potersi curare negli ospedali se non fermando tutto?

Rimane il fatto, che il tasso di morte del 2016 per le malattie respiratorie era già di 3 milioni di persone all’anno, il 5.3% dei decessi, ma la percentuale di cosa è cambiata oggi? Se calcoliamo la percentuale mondiale, i decessi per queste malattie sono addirittura diminuiti, certo, impegnando tutti gli ospedali, è normale che sarebbero diminuite, usando tutti delle mascherine, buone o no, stando a casa ecc ecc. Ma avete sentito parlare di quanta gente non viene portata in ospedale a curare? Sentirete penso nei report “in quarantena a casa” , o i positivi sono tot i ricoveri tot…, pensate che a un nobile non gli diano un dottore h24 in casa? Avete sentito parlare di persone che sono state a contatto con contagiati, e per 15 giorni e anche di più non ricevono tamponi, perché? Secondo la WHO, i dati di malattie in base al reddito sono diverse, e quindi devono rimanere tali.

E sapete perché non si dichiara lo stato di pandemia col tasso di morte il 20% più alto nei decessi per ictus e ischemia? Perché queste principalmente vengono al popolino, che deve correre tutta la vita, mentre i ricchi che fanno una vita agiata, hanno un bassissimo tasso di morte per questa malattia.

Ma a cosa servono quindi le multe e le sanzioni penali a chi esce da casa?

Partiamo da un presupposto, lo stato aveva intromesso o la sanzione penale o la sanzione amministrativa per tutti coloro, fossero fuori casa senza alcun valido motivo. Dopo aver fatto oltre 100 mila denuncie, i comuni si sono “svegliati”, e hanno capito che a loro le denunce penali non servono, ma gli serve fare cassa, su noi poveri che in questo momento non stiamo nemmeno lavorando. E così hanno iniziato a fare multe invece di denuncie, addirittura, le oltre 100 mila denunce effettuate, sono state convertite in multe, come dice anche questo articolo della Stampa.

E sapete la cosa peggiore?

La polizia, la guardia di finanza, carabinieri e tutte le forze al servizio dello stato, che mantengono il controllo non hanno una mascherina fornita dallo stato stesso, chi è riuscito a trovarla per se ce l’ha, il resto no. Avrete visto quanti agenti non hanno la mascherina. E per giunta, noi popolo con la propria famiglia, dobbiamo camminare separati, in macchina uno davanti e uno dietro al lato opposto, altrimenti è verbale, ma lo sanno che in casa noi stiamo insieme tutto il giorno? Cosa cambia se lo facciamo anche in macchina? Non cambia nulla a noi, per loro è un motivo per dividere la gente, mettere paura e fare cassa. Ma non avrebbe più senso far circolare gli agenti uno per auto perora? Sono proprio loro che stanno a contatto con chiunque, non sappiamo se sono stati a contatto con positivi, del resto se si contagiano i medici nelle sale di malattia infettiva, non si infettano loro magari? Ma le maschere antigas, quando le usano? Solo nelle manifestazioni? Perché quelle le hanno, è sicuro. Sapete che se ci fermano siamo noi a dover avere paura di essere contagiati? Penso di si..

A chi andranno le prossime multe?

È nornale, che per non scatenare il caos, alla polizia viene imposto di fare multe, ma non troppe, o meglio, i prossimi che riceveranno la multa, sarà la gente onesta, che l’unico torto che avrà, sarà quello di non avere una mascherina, o di avere una mascherina fatta in casa, o una mascherina scarsa. Come successo in questo video a Napoli, e di questi ce ne saranno a volontà, ogni giorno. Perché se non metti una mascherina buona, puoi contagiare i ricchi.

E il senso di tenere tutto chiuso?

Non ha alcun senso, possiamo fermare la vendita ok, ma perché fermare la produzione? Perché la povera gente non deve poter andare nei propri negozi, officine, magazzini, mettere un bel nastro rosso e bianco davanti la saracinesca, e dedicarsi a sbarazzare, sistemare, fare quei lavoretti, che non può fare quando lavora normalmente? Ok evitare i contatti, non faccio venire clienti, ma Stato mi devi permettere di andare al mio negozio, c’è gente che da 40-50-60 anni è abituata ad andare nel proprio negozio, non la puoi costringere a non andarci più (per un fantasma), c’è gente che nel proprio negozio ha una discendenza ultra centenaria, quella gente morirebbe nel suo negozio pur di non stare a casa, sono lavoratori, sono abituati a sporcarsi le mani per mangiare, non a mettersi giacca e cravatta e scendere in parlamento con la brillantina in testa.

Allora, proviamo a pensare, e ripensare su tutto ciò che vi ho detto in questo articolo, datemi un vostro parere con i commenti, lo apprezzerò, e sarete anche citati nel prossimo articolo se volete.

Ma allora perché questo caos contro questo virus?

Il 26 ottobre 2018 veniva avvisata la gente da questo Youtuber su una possibile e imminente grave crisi economica, in questo suo video, guardalo. Ma non fu il solo, anche il grande esperto Francesco Carrino fece questo video il 5 novembre 2019, relativo alla crisi che stava per arrivare. Se vuoi, te ne do quanti ne vuoi, eccotene un’altro, più di un’anno fa “altro video da analisti”. Bè se hai guardato i video, e letto tutto l’articolo, hai capito che la vera pandemia era in atto a livello economico mondiale, e che fu travestita da questo virus ai alle vie respiratorie, sempre esistito.

Se pensate che il mio articolo possa interessarvi convidetelo, facciamo luce, vi aggiornerò presto con ulteriori dati, quasi pronti, cliccate il tasto segui per rimanere aggiornati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: