Come preparare le Arancine palermitane

Arancine palermitane

Una bontà doc, conosciuta in tutto il mondo, non vi è turista ( e sono milioni ogni anno), che passando da Palermo, non chiedono di assaggiare le Arancine della mia amata città, pietanza tipica di provenienza araba, ma leggittimata da noi palermitani, oggi rappresenta il fiore all’occhiello dei buongustai di mezzo mondo. Ma come si preparano?

Iniziamo con gli ingredienti per la preparazione di 12/15 arancine, di grandezza poco più di una pallina da tennis.

  • Acqua 2.5 litri
  • Riso 1 kg
  • Sale marino
  • Manzo 350 g
  • Piselli, cipolla, carote, o altro
  • Vino bianco
  • Fior di latte
  • Burro
  • Prosciutto cotto
  • Parmigiano grattugiato
  • Olio extra vergine di oliva
  • Olio di semi di arachidi
  • Pan grattato
  • Farina

Questi gli ingrdienti, man mano vi spiego il dosaggio.

Per prima cosa mettete l’acqua, circa 2 litri e mezzo in un tegame , aggiungete sale quanto basta, portiamo a ebollizione, quindi mettete 1 kg di riso, fate cuocere a fiamma media, mescolando di tanto in tanto per non farlo attaccare, a cottura ultimata scoliamo il riso, togliendo tutta l’acqua rimasta e quindi l’amido. A questo punto, lasciamo raffreddare un po’, stendiamo il riso su più vassoi, io preferisco sul tavolo.

lasciamo asciugare per circa 2/3 ore. Nel frattempo cuciniamo e prepariamo i condimenti, il ragù di manzo, per le arancine rosse (a Palermo con carne!!) il ragù non deve essere lento, ma piuttosto asciutto, preparato con carne, o salsiccia, a secondo i gusti, io le preferisco con poco pomodoro, ad esempio, lasciando il condimento più bianco che rosso.

A parte prepariamo una ciotola con pezzetti di prosciutto cotto, e mozarelle fior di latte, ma anche di bufala, in unaltra ciotola prepariamo un po’ d’acqua fredda, un bicchiere poco più, 2/3 cucchiai di farina, mescoliamo fino a rendere

cremoso l’impasto. A questo punto, a riso asciutto, cominciamo ad arancinare!!!!

Amalgamiamo il riso con la forma di burro, parmigiano grattugiato, quindo siamo pronti. Cominciamo a prendere in una mano un tocco di riso, formiamo un cratere ampio, mettiamo dentro il ragù, per le arancine con carne, o il prosciutto e la mozzarella per quelle al burro, o bianche. Quindi chiudiamo, assicurandoci che, i condimenti rimangono all’interno, formiamo una palla tonda per quelle rosse, una palla ovale per quelle bianche, giusto per distinguerle. Tra parentesi, potete condirle con ciò che più vi gusta, salmone, spinaci, becon, ma le originali sono con carne o al burro.

Adesso passiamo le arancine nella scodella con acqua e farina, facciamo scolare un po’ quindi le passiamo nel pan grattato. Ora prendiamo una padella fonda, va bene anche un pentolino, mettiamo l’olio di semi di arachidi, assucuratevi che sia abbastanza bollente, quindi immerigiamo lentamente le arancine, aiutandoci magari con un colino d’acciaio, lasciamole friggere un paio di minuti, quindi le facciamo roteare tra se stesse, con delicatezza per non romperle, lr lasciamo dorare e…..


A voi sua maestà L’ARANCINA

Spero che la spiegazione sia stara chiara. Buon appetito.

A PROPOSITO, L’ARANCINA PALERMITANA E ‘….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: