Pil mondiale -3% disastro economico

Mentre tutte le testate giornalistiche sono intente a non farvi distogliere lo sguardo dal Coronavirus, il pil mondiale del 2020 scende del 3%.

Si dice che tre trimestri col pil in meno anche dello 0.3% possa essere catastrofico per un paese, questa volta il meno è del 3% nel mondo intero. In questo momento la situazione economica mondiale è tornata allo stato del 1930.

Quello che più preoccupa, è che non si sa ancora per quanto tempo andrà avanti, probabilmente alla ripresa, saremo come nei primi del ‘900 ma con un pugno di tecnologia in più.

Secondo le stime, l’Italia arriverà al -9,1% del Pil, rischiando di non far più parte del g7. E quel che è peggio di questa grave crisi, sarà che gli effetti si avranno dopo il 2021.

Secondo le indagini di mercato, a marzo c’è stato un crollo dei consumi del 32%. Un calo così drastico se non sarà accompagnato da aiuti economici, sarà destinato a mandare diversi paesi in bancarotta. È probabile assistere a nuovi confini politici nei vari paesi, con i paesi economicamente più stabili che quasi acquisteranno il controllo di altri paesi.

Nella crisi del 2008 il Pil andò sotto dello 0,1% nel 2020 del 3%. Per avere un’idea della gravità della situazione. Secondo l’Fmi con le giuste mosse nel 2021 potremmo assistere ad un rapido risollocamento, difficile però da sostenere adesso, che ancora il virus non è passato, anzi, è previsto che ad intermittenza tornerà nei nostri paesi come tutte le influenze stagionali. Al momento le stime è meglio fermarle qui, perché se il virus dovesse continuare incessantemente nel 2020 potremmo arrivare ad un meno 8% del Pil mondiale.

Se l’Italia arriverà al meno 9,1% ma è stato il paese europeo più colpito dall’epidemia, la Germania non va tanto meglio, che sembra non dichiarare i dati ufficiali del coronavirus, probabilmente per non crollare nelle scenario politico-economico mondiale, con un pil che va al meno 7% e in Francia al meno 7,2%. Il Pil brittanico, grazie alla Brexit sicuramente ha un peso minore, arrivando al 6,5%. Per il 2021 la crescita della Germania sarà del 5,2% mentre quella italiana del 4,8%, seppur la discesa sia stata più ripida per l’Italia, la rimonta sembra avvicinarsi molto a quella tedesca, non è impossibile che la via della seta dia i suoi all’Italia. Addirittura superiore alla Francia che arriverà a un più 4,5% e Spagna più 4,3%, tutto ciò comunque se il Coronavirus. non farà ritorno.

Pee ulteriori dettagli puoi visitare questa Pagina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: