Chernobyl in fiamme da ieri, e i fumi tossici e radioattivi arrivano in Italia

Sembra non finisca mai l’incubo del coronavirus, che sembra stia colpendo i paesi più inquinati della Terra, in Italia infatti ha colpito proprio la zona della pianura Padana, da tempo si diceva fosse la zona più contaminata. E come se non bastasse, da ieri è in fiamme la zona della centrale di Chernobyl.

Mentre il presidente bielorusso, continua a dire alla sua popolazione di bere tisane e vodka, per depurarsi in fretta dai fumi neri che intasano le vie respiratorie, già sollecitate dal coronavirus.

Da Milano richiamano allo stato di allarme, perché oltre ad essere in una zona di difficile accesso l’incendio, i fumi si spingono verso il nord Italia e verso l’Europa, Italia che come tutti sappiamo è già sotto l’emergenza covid-19. La centrale di Chernobyl, dopo la sua esplosione del lontano 1986, non mai avuto fatto alcuna bonifica, per cui la zona è ancora altam2 radioattiva.

L’associazione mondo in cammino, che si occupa di salvaguardare i bambini soprattutto, con i consigli alimentari ecc, si desta molto preoccupata per la situazione, preoccupata proprio per l’aggravante situazione. I dati peggiori arrivano dalla vicina Kiev, dove secondo varie fonti, non dichiara i dati ufficiali sui risultati del coronavirus, sospettando che il numero sia molto più alto. E adesso con questo incendio, che oltre ai fumi neri e tossici che rilascia nell’aria fino a 100 km di distanza, solleva anche le sostanze radioattive dal suolo rilasciandolo nell’aria circostante.

I dati ancora peggiori secondo l’associazione, è che l’incendio può portare riportare fino all’8% il livello di tossicità raggiunto durante l’esplosione del 1986, che ha provocato fino a oggi, rischiando molto di più le fasce più deboli, i bambini, all’apparato cardiaco, provocando ancora ictus, trombosi e infarti.

L’ispettorato italiano per l’energia nucleare, sostiene che anche se i fumi, le polveri e le microsostanze radioattive siano nell’aria, queste non arriveranno in Italia, – anche se sinceramente mi sembra molto improbabile poterlo prevedere, perché sarà il vento a deciderne la destinazione.

La Cina sta nuovamente inviando aiuti sanitari e speciali per arginare l’epidemia che scatenerà, alcune fonti ci dicono che gli ospedali sono pieni di casi di polmonite, che diversi sono stati convertiti in centri covid-19, per cui la situazione non sembra affatto essere tra le migliori con questo nuovo incendio. Dove l’intera Europa dovrà correre in soccorso per spegnere l’incendio, se vorranno limitare le ripercussioni nei propri paesi.

One thought on “Chernobyl in fiamme da ieri, e i fumi tossici e radioattivi arrivano in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: