Palermo e la maledizione della coppa.

Una vera maledizione, quella del Palermo calcio, con la coppa Italia, il prestigioso trofeo, che per ben 3 volte, sfiorammo. In 2 casi possiamo parlare di rapina. Erano gli anni del vecchio e amato presidente Renzo Barbera, quando nel 74 prima, e nel 79 dopo, i rosanero si videro rapinare, il trofeo.

Era il 23 maggio del 1974, il Palermo, retrocesso in b l’anno prima, giunse alla sua prima finalissima di coppa italia. In campo c’erano il portierone Girardi, in mezzo al campo ad orchestrare il grande Sandro Vanello, in attacco l’immenso Magistrelli, e Barbana, c’era il capitano di sempre Ignazio Arcoleo, i giovani Vullo, Favalli, diretti da mister Corrado Viciani, professore del gioco corto. In buona sostanza, tutti giocatori di serie b, contro l’allora potenza del calcio italiano, il Bologna. Lo stadio olimpico di Roma, invaso dai colori rosanero. E poi c’era colui che “decise” le sorti della partita, l’arbitro Gonella.

Fu una partita a senso unico, decine le occasioni da gol per i Rosa, alla mezz’ora la sbloccano con un gran colpo di testa di Sergio Magistrelli, tifosi in visibilio. Ma la rapina è dietro l’angolo. È il minuto 92 spiccioli di secondi alla fine, c’è un fallo laterale sul fondo, è a favore del Palermo, ma lui, il signor (si fa per dire) Gonella, lo assegna al Bologna di Bulgarelli e Savoldi. La palla finisce in area, Arcoleo gioca di anticipo sul capitano dei felsinei, in maniera pulita, (come lo stesso Bulgarelli ammise anni dopo ndr!!!!) per lui, è rigore, vane le proteste, si andò ai supplementari, fini’ pari, quindi i maledetti rigori. Tra le file del Palermo 2 errori clamorosi, dai giovani Vullo e Favalli, fu la fine. Bulgarelli alzò la coppa, tra gli insulti dei tifosi, sia palermitani che romani. Ai rosanero, la domenica successiva allo stadio della favorita, fu consegnata una coppa simbolica, c’erano pure rappresentanti di lega. Una rapina che non dimenticheremo mai, così come il nome dell’arbitro, oggi dire ad un tizio sei peggio di Gonella, è un’offesa infamante!!!!.

Non andò meglio il 20 giugno del 79, Palermo in finale, sempre in serie b, contro lo squadrone della Juventus. Partita maledetta anche quel giorno, una serie di circostanze misteriose, decisero il match, il primo, la finale si giocò a Napoli anziché a Roma, come mai? Semplice, se la Juventus avesse vinto la partita, come cosi fu, avrebbe lasciato un posto libero per l’accesso alla prossima competizione di coppa uefa, e sapete a chi sarebbe spettato? Al Napoli!!!!! Il Palermo di Vito Chimenti e company, dominò tutti i 90 minuti e tempi supplementari, ma al gol dell’idolo Chimenti al primo minuti, replicò, a soli 6 minuti dal temine, un casuale gol di Brio. Era la Juventus di Zoff, Gentile, Cabrini, Scirea, Tardelli, Bettega Boninsegna ecc, in panchina un certo Giovanni Trapattoni. Giusto per capire. Si andò ai supplementari, ma dopo 4 palle gol a 1 per i rosa, ecco la beffa, al minuto 117 Causio, spezza i sogni dei palermitani. Una beffa, infatti. Strano episodio alla fine del primo tempo, Vito Chimenti, migliore in campo, rimane negli spogliayoi, per un “inventato” infortunio. E cosa ancor più strana, una settimana dopo, un giocatore della juve, passa al Palermo, in forma “gratuita!!!! GASPERINI. Non andò meglio neppure il 29 maggio 2011, di fronte una immensa Inter, stadio olimpico di Roma con 50.000 tifosi palermitani giunti da ogni dove, anche in questo caso, il Palermo giocò una grande partita. Solo un paio di dubbi errori arbitrali, ma, alla fine uno scatenato Eto’o, regalò la coppa ai nerazzurri.

Tra gioie prima e lacrime dopo, furono 3 giorni, 3 diversi periodi, che i tifosi dell’aquila rosanero, non dimenticheranno mai… Un giorno chissà, potremmo alzare, questa maledetta, benedetta coppa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: