In coma a Bergamo guarito a Palermo

Bergamasco riprende vita a Palermo

È successo a un pensionato di 61 anni a Bergamo, portato d’urgenza in ospedale, racconta gli attimi prima del coma. Quando l’ambulanza lo venne a prendere a casa, lo portò in ospedale gli misero una benda in faccia e da quel momento, non respirò più.

Un aereo militare lo portò a Palermo, all’ospedale civico, perché Bergamo non c’erano più posti. Quando spense gli occhi era Bergamo quando li riaprì era a Palermo, sentivo l’accento siciliano ma mai potevo immaginare di essere a Palermo o in Sicilia, ma se sono vivo è grazie a loro che mi hanno salvato. Passò 23 giorni in terapia intensiva senza vedere l’esterno, per cui prima di poter pensare di essere realmente in Sicilia passò tanto tempo. Fino a doverci credere veramente. Il rientro nella sua terra gli mette paura, ma dovrà farlo perché lì ha le sue radici, ma non dimenticherò mai i medici palermitani, loro sono stampati nel mio cuore come un tatuaggio, grazie Sicilia.

Qui l’intervista dall’ospedale. Intervista integrale al civico di Palermo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: