Democrazia o dittatura, il popolo scelga

Il popolo adesso si trova ad un bivio, e qui dovrà scegliere quale strada intraprendere, la via della libertà o la via delle restrizioni?

Il problema maggiore è che fino ad ora, sta andando dritto in controsenso verso la strada delle restrizioni, ma andando ancora in controsenso, rischia di fare un grosso incidente, e se l’incidente è fatale, rischia di non poter più tornare alla vita che abbiamo lasciato nell’ormai lontano 2019.

Le decisioni prese all’inizio dell’epidemia, ma non solo in Italia, un po in tutto il mondo, non hanno fatto altro che aumentare le regole di restrizione, mentre all’inizio sembravano regole per il bene comune, oggi una piccola parte del popolo mondiale, sta iniziando a capire che quelle regole, non erano per il nostro bene, di fatto in Italia, abbiamo pianto il terzo più alto numero di vittime nel mondo, prima di noi solo Stati Uniti con megacittà come New York e con Trump al potere, e dopo la Spagna che è seconda per contagi al momento, non per decessi. E se consideriamo che l’Italia è stato il primo paese al mondo a chiudere “quasi tutto”, capirai che questo è servito a ben poco.

Ma quali sono le ripercussioni fino ad ora sul popolo? Cerchiamo di analizzarle insieme.

  • File fuori dalle poste, con dimezzamento degli orari di lavoro, per cui, meno erogazione di liquidità, meno servizi, rallentamenti nelle spedizioni ecc, lavorare tutto il giorno, non credo porti a più contagi se la gente aspetta fuori.
  • File fuori dai supermercati, quando dovrebbero essere loro a portarci la spesa a casa, se realmente ci volessero tutelare.
  • Elevati controlli delle forze dell’ordine, ma non tanto di polizia se ci fate caso, ma di carabinieri, quindi militari, che non sono li a controllare le evasioni mafiose, contrabbando, traffico di migranti ecc, sono li solo per fare terrore psicologico, col costringerci a stare a casa, ma come mai non intervengono nei luoghi affollati? Paura di perdere il controllo finendo in guerriglie urbane?
  • Illegali multe per chi esce da casa, o per chi cammina in auto con la propria famiglia, perché non lo sanno che in casa viviamo insieme? Loro sono tutelati invece da pattugliare attaccati a 20 cm di distanza, nella stessa macchina con le mascherine che trovano e se le trovano? Che poi tra loro proprio, non sanno nemmeno con chi stanno e con quale e quanta gente entrano in contatto. Ma stanno eseguendo gli ordini, di uno stato che nemmeno gli da la mascherina contro il virus, ma la maschera antigas se devono reprimerci negli scioperi e manifestazioni.
  • L’obbligo delle mascherine per uscire, che ormai è saputo e risaputo che servono a ben poco, se non a creare un po di business assieme all’amuchina, che in alcuni paesi regalano. Ma quindi senza mascherine e senza guanti noi non possiamo uscire, ma credete che ci sia un politico che le indossi?
  • I confini sono chiusi, no, solo per gli Italiani ve lo assicuro, e se guardi questo Video da me girato, te ne renderai conto
  • Applicazione Immuni quasi obbligatoria, lo diventerà tra poco, in queste ore è nelle mani delle caserme che dovranno testarla. Ma come, l’applicazione che segna i nostri percorsi per “tutelarci” dal contagio, la controlla la polizia? Ma che effetto realmente positivo può avere una app del genere se i contagiati dovrebbero essere a casa?
  • I contagiati, che tengono a casa, assieme ai familiari, nessuno li va a controllare, eppure sarebbero gli unici da tenere sotto controllo, ma anche a questi, nessuno gli porta il cibo, per evitare di farli uscire di casa, ma come dovrebbero vivere se non possono uscire?
  • Mentre noi dovremmo stare a casa, senza uscire, con la paura di essere sanzionati (per chi non conosce la legge, perché basterebbe leggere questo articolo per sapersi difendere), senza poter lavorare, lo stato non ci da un centesimo per vivere, nonostante negli anni di centesimi gliene abbiamo dati a valanghe.
  • Parlano tanto di aiuti che manderanno al popolo, buoni spesa, buoni per partite iva e fesserie varie, nel mentre i licenziamenti sono l’unica cosa certa che arrivano, bene, noi un centesimo non lo vogliamo, noi vogliamo che ci togliete solo le tasse, ci basta solo quello, inutile che ci prestate soldi che vi dobbiamo ritornare, non ci servono.
  • Mentre noi siamo a casa a non poter mangiare, i nostri politici “lavorano sempre” e non si sono tolti un centesimo dai loro stipendi, e quello stipendio lo manteniamo noi popoli.
  • Il petrolio nonostante sia arrivato a -37 dollari al barile come è stato pubblicato Qui, non diminuisce mai alle colonnine dei distributori, perché paghiamo quasi il 100% di tasse per mantenere in piedi un sistema che si sgretolerà.

La lista potrebbe continuare all’infinito, adesso tocca a te scegliere, vuoi contribuire a non vedere più il mondo che ti circonda perché vuoi un capo? O preferisci riprenderti quello che ti spetta? Sei nato per vivere o sei nato per mantenere in vita il tuo capo? Vuoi continuare a stare disteso nel tuo letto come richiuso in galera o vuoi uscire a respirare?

Sappi che in questo momento, stai facendo esattamente tutto quello che ti stanno obbligando a fare, tu, oggi non sei un uomo libero, e vuoi sapere un’altra cosa? Guarda l’immagine sotto, te lo dirò dopo che la vedrai.

Guarda l’anno di questo foglio sopra, lo hai visto? Bene, 1918, il popolo era più libero 100 anni fa che oggi, mentre nel 1918 veniva detto di diminuire le frequentazioni, oggi ce le vietano totalmente, recatevi al lavoro a piedi, ma andateci, eppure avevano tutti la mascherina come oggi. E allora, adesso cosa stai pensando? Condividere e fare girare come in una democrazia, o vuoi rimanere nella tua dittatura? Io condividerei

Decidi, vivere o non vivere? Tu, da che parte vuoi stare? Ci uniamo o ci dividiamo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: