Il distanziamento ha dato realmente i suoi frutti?

Vogliamo l’Italia unita no alle distanze

Quanti credono che il distanziamento abbia dato veramente i suoi frutti?

Penso che questa sia la probabilità più impossibile nella realtà dei fatti, cerchiamo di capire il perché.

Il 4 marzo 2020 fu il giorno che il presidente Conte adottò il primo decreto legge sul coronavirus, che a partire dal 31 gennaio con pochissimi casi solo in Cina, l’Oms ne dichiarò allerta sanitaria internazionale, da quel giorno, in Italia c’erano appena due contagiati, qualcuno pensò che era drastica la scelta del distanziamento, e di sospendere tutte o quasi tutte le attività lavorative, e si ricorda, che i due casi erano un connazionale a Roma rientrato a Wuhan e messo in isolamento e un cittadino di Codogno mai stato in Cina ne a contatto con possibili infetti. Eppure tra Roma e Codogno la differenza è appena 611 km.

I due infetti furono subito allontanati e messi in quarantena negli ospedali nei vari reparti di malattie infettive, ma è logico, che avendo avuto contatti nei giorni precedenti, questi abbiano potuto infettare qualcuno, e mentre ricevevamo le massime tranquillizzazioni dal governo, del tipo <<tranquilli la situazione è sotto controllo, i due casi sono stati isolati, c’è gente esperta che risponderà alle vostre domande ecc>>, si presero ben presto le precauzioni dovute, chiudere tutto. Ma com’è possibile che nonostante si sia chiuso tutto, che in realtà si chiusero solo gli italiani in casa, e non tutti, questo virus attraversò tutta l’Italia? Qualsiasi angolo della nazione, (stessa cosa nel resto del mondo), è stato infettato, tutta l’Italia è stata vicino a gente infetta? Nonostante le restrizioni? Nonostante gli ospedali fossero ancora liberi?

Qui puoi vedere i dati nel mondo e in Italia

Bene da quel 31 gennaio i due casi fecero arrivare a 183.957 infetti accertati (accertati perché non si sa ancora se questo virus lo abbiano preso in realtà 60 milioni di italiani o quasi), con 24.648 infetti, mentre ci veniva detto ancora di stare tranquilli che la situazione fosse sotto controllo, in realtà non ci davano nemmeno le giuste precauzioni, tipo lavarsi spesso le mani, seppur, questa prassi ci siano premi nobel per la medicina, che la sconsigliano, puoi vedere tu stesso l’audio NON TRADOTTO MA IN ITALIANO di uno di questi medici, eccolo qui Difese naturali contro virus e batteri.

Ma quindi adesso veniamo al dunque, in Cinal, seppur non si sappiano ancora i dati certi, ci furono 82.000 contagiati e 4000 decessi, in Italia 24.000 decessi contro i 180.000 infetti, in proporzione 1 su 20 infetti Cina morì, in Italia 1 su 7, e ancora parlano di Italia come esempio? <<Credete veramente alle favole di cappuccetto rosso?>>

Arrivano foto e video giornalmente da diverse città, in cui si verificano notevoli assembramenti

Ma comunque, seppur qualcuno non crede ai contagi della Cina, una cosa è certa, la Cina è riuscita a ripartire lavorativamente, ha arginato il virus nella sola città di Wuhan, ha costruito ospedali in 10 giorni efficienti dal primo giorno, in Italia con 21 milioni di euro spesi per l’ospedale nell’ex expo di Milano, non c’è un paziente e non può funzionare ancora l’ospedale, le disinfestazioni non sappiamo cosa siano, le mascherine chi le ha bene, chi non le ha si accontenta di un pezzo di carta in faccia, al contrario della Cina che lo stato ha distribuito mascherine a tutta la popolazione (persinon in Italia, ci sono stati cinesi che regalavano le mascherine davanti i propri negozi) come puoi vedere in questo video Cinesi che regalano mascherine in Italia, in Cina avete dimenticato che immagini abbiamo visto sulle disinfestazioni fatte? Ripassale qui per non dimenticare Disinfestazione in Cina. Quindi fin qui che ci credi o no, la Cina ha dato una risposta forte al coronavirus, anche se avesse avuto più decessi, non pensare che in Germania ce ne siano di meno, anche lei li nasconde per non crollare nei mercati, e sembrare un paese forte anche sulla sanità, sta di fatto che in Germania, la Merkel ha promesso 2 miliardi di euro alle imprese, e oggi non sa dove andare a prenderli, tanto che in Germania si respira un’aria di caos cittadino al riguardo.

Quindi, concludendo, con 2 contagi e tutti a casa siamo arrivati a 24.000 decessi in nemmeno 3 mesi, adesso si parla di lenta riapertura, quando in Italia abbiamo oggi quasi 100.000 infetti, e qualche focolaio mai spento, le probabilità adesso sono due:

  1. Arrivare a qualche milione di casi in tutta Italia perdendo totalmente il controllo
  2. O convivere con questo virus

Sta di fatto, che nonostante ci vengano imposte a noi mascherine e guanti, non siamo preparati a livello pratico su cosa fare per previre, oltre questi finti accessori utili, infatti, se sono morti medici con maschere antigas, tute ermetiche, guanti sigillati fino alle maniche, scarpre rivestite con sacche sigillanti fino ai pantaloni, a cosa servono le mascherine che ci vengono imposte? A NIENTE

A cosa serve il distanziamento se in strada ci sono centinaia di migliaia di italiani oggi quando al 31 gennaio non c’era anima viva? Eppure vedendo le strade oggi dovremmo essere milioni gli infetti. Per questo motivo il virus, o non esiste affatto, o esiste ma ha rallentato o l’aria depurata in questo periodo, con le centrali nucleari ferme, petroliere quasi ferme, navi mercantili ferme, auto ferme, ha dato i suoi frutti, limitando l’aggravarsi dei contagi, allora a questo punto resta da dire solo una cosa,

Il coronavirus è il frutto del nostro inquinamento, e per combatterlo dobbiamo ridurre l’inquinamento, non mettere la mascherina e distanziarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: