Le denuncie alle regioni che anticipiano la fase 2

Ormai da diversi giorni, sempre più cittadini italiani sono convinti che il governo non stia proprio facendo più bene il proprio lavoro, che sia effetto delle pressioni circostanti o che sia per questione di sicurezza, ancora non si sa, ma ciò avvenne già nel lontano 1800 con il colera, dove città come Venezia e Torino anticiparono i tempi di riapertura durante l’epidemia, che fu ben diversa da quella attuale, sia per la libertà che al popolo non venne mai negata seppur ci fosse la pena di morte per i marinai che, arrivati davanti le coste dei vari porti, dovevano dichiarare che l’equipaggio fosse sano, se dai controlli fatti ai documenti, con zolfo e imbevuti di aceto questi facessero reazione, l’equipaggio veniva sterminato, sia per dichiarazione falsa, sia per evitare ulteriori contagi nel mondo. Da premettere che il colera durò più di 30 anni nel mondo, tra inizio nelle indie, e fine, per cui si può capire quanto i governi fossero fortemente provati. Il 56% moriva sul 9% che prendeva il virus, uno sterminio insomma.

Ma oggi il problema è ben diverso, nel mondo c’è una media dello 0.002% di decessi, e non si sa ancora il 25% di decessi per ictus che fine abbiano fatto, così come il 5% per malattie polmonari (dati oms). Sembra si muoia solo di coronavirus oggi, ovviamente le indagini delle procure sono già in corso, visto che il 50% dei decessi in Italia è nelle Rsa, che sappiamo bene quello che succedeva già prima del covid19.

Ma al di là di tutto ciò, la Calabria in questi giorni ha cercato di attuare le proprie regole in base al proprio tasso di contagio, aprendo bar e ristoranti anche con tavoli fuori, perché, ancora al governo è poco chiaro quella che è la zona rossa in Italia, e la ripercussione economica che sta avendo il paese, dove seppur al nord arrivino più fondi, come dimostra il Ponte Morandi, il sud più indietro economicamente era e più indietro rimane grazie all’operato di questo governo, che corretto o no, non è questo il luogo adatto per parlarne in questo momento. Se volete leggere come ha proceduto la Calabria per la riapertura potete leggere questo articolo Presidente della Calabria riapre la regione.

Ma il problema adesso è stato scaturito non dai nuovi contagi che di fatto non ci sono stati, perché del resto medici e ricercatori ormai sostengono che il virus abbia allentato la presa, e faccia maggiore presenza nei paesi con clima tra i 5 e i 13°, se il governo italiano intende seguire quanto fatto in Cina che lo faccia, ma chiuendo quindi soltanto la zona di Bergamo. Avrebbe suggerito la governatrice calabrese.

La diffida da parte del governo italiano però, non ha tardato ad arrivare, non autorizzando la governatrice all’anticipazione sulla riapertura. A questo punto dovrà decidere la governatrice calabrese se continuare o meno (secondo noi continuerà), a quel punto il governo potrà decidere come procedere se tramite il Tar o tramite Consilta, contro la governatrice.

Speriamo la questione si risolva nel migliore dei modi, ma intanto il sud ha bisogno di ripartire, molte località aspettano un’intero anno l’arrivo dell’estate, e se non torneranno a riaprire presto, molti lidi, bar, ristoranti, beb ecc, saranno destinati o a non riaprire o a chiudere entro la fine del 2020. Per cui bisogna adesso agire e in fretta, perché il settore turistico/alberghiero in Italia conta il 15% del Pil, e bloccandolo l’Italia subirà l’ennesimo pesante colpo. Il debito pubblico è già volato al 151% ai livelli della prima guerra mondiale, la disoccupazione al 14% record per l’Italia con la Germania che rimane sul 3%, cosa potrebbe accadere se si continua con queste regole invece di chiudere bene le regioni soprattutto a zona rossa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: