L’eccesso di restrizioni in Italia porterà a gravi scontri

Le norme anticostituzionali fin’ora prese dal governo italiano, dove tra nord e sud c’è una differenza di numeri molto alta, sia per contagi che per decessi, imparagonabile il confronto, si parla di 2000 contagi al giorno al nord e 200 in tutto il sud, altrettanti i decessi in proporzione. Ma il popolo adesso è stanco, e il governo non solo sembra non capirlo, ma continua a emanare decreti che inizieranno tra 4 giorni e validi fino al 18 maggio, dove praticamente non cambierà quasi nulla, in più sono già stati annunciati ulteriori blocchi dal 18 maggio al 2 giugno, e dal 2 giugno in poi. Nel mentre, dalle zone rosse di Milano, nord Italia arrivano queste immagini di cui nel video sotto.

Passeggiata in bicicletta a Milano finisce in guerriglia tra stato e popolo

In tutto ciò proprio oggi in parlamento avveniva ciò che dovrebbe essere il buon esempio, di prudenza nei confronti dei colleghi parlamentari, proprio da parte del nostro presidente del Consiglio, che ha subito i richiami dei colleghi, facendo lui presente, che è stata stabilita una postazione apposita per chi intende parlare senza mascherina. Per chi vuole ecco il Video di oggi in Parlamento. Tutto ciò non è affatto concepibile, in un luogo comune, per un presidente che ogni giorno entra in contatto con più persone che ogni songolo cittadino italiano.

E mentre tutto si fa, meno che cercare di riaprire almeno le zone non rosse, cercare di fare disinfestazioni pubbliche e giornalere, chiudere bene le zone rosse senza permettere alcun minimo spostamento se non per gravi condizioni di necessità, si ricorre ad aprie il settore manifatturiero, che come ben sappiamo non è al sud come al nord Italia e gli ingrossi ma tenendo i negozi al dettaglio chiusi, arrivano i primi gratta capi, che porteranno a gravi ripercussioni sociali ben presto. Lo stato italiano, che, su 11 milioni di richieste di aiuto ne ha inviate soltanto 3.5 milioni per errore di conteggio, del quale il presidente Conte si scusa (è molto probabile che questi aiuti siano arrivati solo a una piccola porzione di popolo protetta o garantita da qualche potere forte probabilmente), per non aver fatto bene i conti, sbagliando non di piccole percentuali ma del 70% circa, garantendo ai cittadini che sono stati licenziati di poter ricorrere in banca a chiedere anticipi sulla cassa integrazione, dietro garanzia dello stato, del quale non tutte le banche tra l’altro hanno aderito a tale proposta. Sorge adesso il problema delle banche che invece hanno aderito, che se lo stato non darà i soldi alle banche per le casse integrazioni, entro una certa data, queste riprenderanno tutto quello che hanno anticipato all’ex dipendente, che inesorabilmente avendo speso i soldi mensili per vivere, non avrà nulla da poter restituire alle banche e queste procederanno a togliere i beni al povero licenziato. Se vuoi guardare con i tuoi occhi questo video, narra proprio questa vicenda un’imprenditore che ha dovuto licenziare per via delle chiusure. Imprenditore che ha dovuto licenziare parla della cassa integrazione degli ex operai.

Ovviamente il popolo è stanco, non solo per questo governo, ma è una stanchezza che ormai va avanti da 30 anni, una stanchezza che dall’ingresso nell’Unione europea è stata solo una continua svendita del nostro paese e un continuo aumento del debito pubblico, in cui adesso facciamo i conti con una Germania che ha il 3% di disoccupazione e un’Italia che non riesce ad andare sotto la soglia del 14%, dove dobbiamo dire grazie alle poche fabbriche famose di marchio italiano che tengono ancora in piedi la borsa italiana, non il popolo giustamente, in cui ogni giorno si contano migliaia di chiusure ma non di riaperture, ecco che inesorabilmente, il popolo sta anche iniziando a esporre denuncia contro il governo, che starebbe attuando norme anticostituzionali per contenere un’epidemia che mai è stata tenuta sotto controllo, per via di troppe buche nel sistema, iniziando dalle forze dell’ordine che devono svolgere il loro lavoro senza neppure essergli stata fornita una mascherina, per cui la metta chi ce l’ha, forze dell’ordine che camminano in 4 dentro una macchina, quando tra il popolo non si può camminare in due marito e moglie se non uno davanti e uno dietro. Per tutte le privazioni che stanno avvenendo, stanno iniziando ad esporre denuncia diversi cittadini del popolo, come si evince in Questo Articolo.

Per non parlare di verbali di 400 euro fatti a poveri anziani di 71 anni, a piedi, soli, con mascherina, come si vede in quest’altro video. Questo è Terrorismo psicologico, non mantenere l’epidemia, dobbiamo pagare le banche noi con i verbali, pee evitare che succeda come in Grecia, che lo stato prelevi soldi illegalmente dalle tasche del popolo attraverso i conti correnti, ma non siamo noi popolo a dover mantere un governo da 14.000 euro al mese, no non siamo noi il problema. Se lo stato spende più di quanto guadagna bisogna agire lì, non sempre sulle tasche del povero popolo, almeno che a forza di pungerlo non vogliano farlo esplodere. E quando si tocca il portafoglio alle persone, tutto diventa imprevedibile.

Nel mentre da Milano proprio, e non solo da Milano, le testimonianze ormai arrivano da tutte le città d’Italia, ma cosa sta succedendo? Perché i testimoni parlano di non avere mai ricevuto il tampone e ci vengono detti solo dai tg? Chi può dare la notizia ai tg? Chi sono i medici che fanno il tampone? E soprattutto…chi sono i medici che danno l’esito? Sentiamo Una testimone da Milano che col covid-19 non ha mai ricevuto il tampone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: