I verbali più incredibili per il Coronavirus

Anche i bambini ridono di questi verbali

Parto dal mio, 533 euro di verbale mentre rientravo verso il mio domicilio, che è sempre ammesso per i decreti, all’interno dello stesso comune, a Palermo, da solo in macchina, per aver portato il pranzo alla mia compagna che era impossibilitata a cucinare, come da me dichiarato nell’autocertificazione non conaiderata dalle forze dell’ordine. Come spiegato in questo Video.

Padre e figlio multati al rientro questa mattina a Cinisi, per essere stati beccati in due nella stessa auto, seppur a casa vivono insieme da 30 anni, la multa è di 373 euro per due, visto che erano in due a violare i decreti, la loro colpa? Essere andati al bar che non vedono da due mesi, per prepararlo alla riapertura di domani, senza effettuare ne vendita ne apertura al pubblico anticipata. Puoi vedere se vuoi l’articolo qui Verbale a Cinisi.

A Salerno, in 11 in un terrazzo per festeggiare un compleanno, il verbale ammonta a 4.500 euro, seppur magari abbiano un po esagerato, ma 4.500 euro di verbale probabilmente non faranno diminuire i contagi, in una regione che per contagi è la più bassa d’Italia. Questo il collegamento.

Provincia di Milano, multati due operai di mattina per 133 euro all’uscita per andare a svolgere un lavoro edile, multa effettuata dalla Polizia stradale, al rientro un secondo verbale è arrivato dalla Polizia municipale per 533 euro. Verbale in provincia di Milano.

Flash Mob a Sanremo, con debita distanza tra i partecipanti, che manifestavano in modo “muto” con piccoli cartelli, la voglia di tornare a lavorare, esattamente Flavio Di Martino, portavoce dei parrucchieri della Confartigianato sarebbe stato multato come ideatore, (seppur nell’articolo originario si parla di Lega, vogliamo ricordare che noi non siamo di parte per nessuna forza politica italiana). Flash mob multato a Sanremo.

A Legnano provincia di Milano, una manifestazione durata pochissimi secondi, e che ha visto decine di sanzioni da 533 euro, per un gruppo di manifestanti, che volevano protestare la loro voglia o meglio bisogno, di tornare a lavorare, visto che in due mesi nessun aiuto sia arrivato, ma sono conunque arrivate le regolari spese di bollette e tasse varie. Legnano manifestanti sanzionati per aver manifestato il bisogno di riaprire.

Siena due verbali da 400 euro l’uno, a due uomini che passeggiavano per le vie della città, effettuato dalla guardia di finanza, senza una valida motivazione, se non quella di aver bisogno di uscire da casa e muiversi. Andrebbe ricordato, che non tutti abbiamo la possibilità di fare due passi nell’atrio del palazzo o prendere un po’ di vitamina d dal sole attraverso una finestra o un balcome, vitamina importantissima contro il Coronavirus. Multati a Siena a piedi dalla guardia di finanza.

A Capri multati in due in mare, per 900 euro, durante un’uscita con la propria barca a vela, secondo il quale l’uscita non sarebbe ne per necessità ne per questioni di salute, seppur i due avessero dichiarato il falso nella loro autocertificazione, scoperti grazie a dei controlli riguardo la motivazione del loro spostamento, che sarebbe stata quella di dover cambiare ormeggio della propria barca. Probabilmente i due erano comunque marito e moglie, che se amano le uscite green, nessuno potrebbe proobirgliele, visto che non andrebbero in contatto con nessuno. Multati sulla propria barca a vela.

In fase di elaborazione, la sanzione di 56 euro a chi offre l’elemosina a chi la elemosina, qualcosa di veramente assurdo, visto che realmente non si può sapere se chi chiede l’elemosina abbia veramente bisogno, per questo motivo chi paga sarà proprio chi darà gli spiccioli. 56 euro di sanzione a chi da l’elemosina.

Quanti sostengono gli animali randagi? A Vasto sanzionato per 400 euro per aver portato il cibo ai gatti randagi, sanzione effettuata dai servizi di controllo marittimi, a un volontario di Amici di Zampa, per essere stato fermato con quantitativi di cibo per gatti, a bordo della sua auto, mentre si dirigeva nelle varie colonie feline che accudisce. Sanzionato volontario che portava il cibo ai gatti.

A Nervi, due donne uscite per una passeggiata nella natura, di cui una finita dentro il torrente con lesioni al volto, la lesionata viene salvata e portata in ospedale grazie all’intervento di un’agente fuori servizio che aveva avuto la stessa pensata delle due, l’amica però è stata sanzionata perché fuori dalla zona della propria abitazione. La donna lesionata, sarebbe viva o conunque è stata tratta in salvo, grazie all’amica che urlando ha attirato l’attenzione dell’agente, che dopo aver recuperato la donna ha sanzionato proprio la donna che ha chiesto aiuto, trattasi di una russa e un’ucraina. Sanzionata dopo aver chiesto aiuto per l’amica.

Probabilmente il potere di fare multe, un po assurde in Italia, sta sfuggendo un’attimo di mano, è chiaro che allo stato serve fare cassa, ma non ci vengano a dire che con le sanzioni si possa risolvere il problema dei contagi, quello si risolve risistemando i numerosi ed eccessivi tagli alla sanità fatti in oltre 20 anni, e non solo alla sanità.

Insomma le multe più incredibili non finiscono qui, questo articolo è in costante aggiornamento.

3 pensieri riguardo “I verbali più incredibili per il Coronavirus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: