Chi è il ministro della salute in Italia?

Intanto partiamo da chi era il ministro della salute prima di Roberto Speranza?

Giulia Grillo, appartenente al movimento 5*, di origine siciliana, di Acireale esattamente, laureata alla pubblica università di Catania in medicina e chirurgia. Eletta da Beppe Grillo (non ha alcuna parentela con Beppe Grillo), capogruppo dei 5*, unico suo partito.

Le sue ultime mansioni:

Incarichi parlamentari

  • Membro della Commissione permanente Affari Sociali e Sanità
  • Membro della Commissione parlamentare di inchiesta sugli effetti dell’utilizzo dell’uranio impoverito
  • Membro del Comitato Consultivo sulla Condotta dei Deputati.
  • Membro della Giunta per le Autorizzazioni a Procedere dal 2 luglio 2013 al 15 febbraio 2016
  • Membro del Comitato Parlamentare per i procedimenti d’accusa dal 2 luglio 2013 al 15 febbraio 2016
  • Membro della Commissione parlamentare di controllo sugli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale dal 21 giugno 2013 al 27 marzo 2014
  • Capogruppo del M5S alla Camera dal 30 settembre 2016 al 30 dicembre 2016
  • Vice Capogruppo del M5S alla Camera dall’8 giugno 2016 al 30 settembre 2016
  • Capogruppo del M5S alla Camera dal 27 marzo 2018 al 1º giugno 2018

Dopo la laurea in medicina svolge un corso di programmazione dei servizi sanitari all’università di Roma. Alle elezioni politiche di Acireale prende solamente il 46,28% dei voti. Rimasta alla carica proposta dal presidente Conte dal 1° giugno 2018 fino al 5 settembre 2019. Se volete approfondire potete leggere qui la sua storia.

Inosmma, una donna che rappresenta il popolo con tutta la sua stima e grazie alle sue numerose mansioni da grande studentessa figlia del popolo.

Chi è Roberto Speranza?

Anzitutto va ricordato che è l’attuale ministro della salute italiano, colui che ha condotto quindi le azioni su questa epidemia di coronavirus (influenza stagionale aggressiva come ho spiegato in questo Articolo).

Di origine toscana, di Potenza esattamente, si laurea in scienze politiche, alla LUISS di Roma, università privata, Libera Università Internazionale degli studi sociali di Guido Carli, fondata da Umberto Agnelli.

Partiti al quale ha fatto parte, democratici di sinistra dal 98 al 2007, Pd dal 2007 al 2017 e Articolo Uno dal 2017 (il nuovo partito del pd dissociato).

Dal 5 settembre eletto ministro della salute dal presidente Conte. Dal 7 aprile è stato anche il segretario di Articolo Uno. Passando prima da capogruppo del Pd alla camera dei deputati.

La sua attività politica:

  • 2007 presidente della sinistra giovanile, nello stesso anno eletto nel Pd
  • 2008 nominato da Veltroni per dar vita al Partito Democratico giovanile
  • A 25 anni è già consigliere comunale con i ds a Potenza, rimasto li dal 2004 al 2009
  • Il 9 novembre 2009 segretario regionale del Pd in Basilicata
  • 2009-2010 assessore all’urbanistica di Potenza
  • 2013 coordinatore delle primarie del Pd
  • 2013 eletto deputato
  • 2013 eletto capogruppo alla Camera dei deputati per il Pd (su volere di Luigi Bobba le elezioni sono state a scrutinio segreto)
  • 2015 si dimette da capogruppo del pd perché contrario all’Italicum di Renzi
  • 2017 abbandona il partito democratico a causa di dibattiti interni
  • 5 giorni dopo crea il partito articolo 1 assieme ad altri politici, composto da politici di sinistra ed ex del pd
  • 2017 coordinatore nazionale dell’Articolo uno
  • 2018 si candida per liberi e uguali
  • 2019 eletto da Conte ministro della salute

Il 31 gennaio 2020 con 2 casi infetti in Italia dichiara 6 mesi di emergenzia emergenza sanitaria emanando il decreto di chiusura di tutti i voli provenienti dalla Cina.

Il virus arriva in Italia con 150 contagiati, mentre tutti gli italiani venivamo rassicurati da esso sulla prontezza sanitaria italiana.

A Codogno si scopre il primo caso, aumentano, e dichiara Codogno zona rossa, i casi ormai sono usciti anche fuori Codogno, al 22 febbraio chiude altri 11 paesi limitrofi quando i contagiati sono già 150 e continuano le rassicurazioni sulla situazione, vengono chiuse le scuole, successivamente riaperte per 10 giorni e richiuse fino ad oggi. Il 24 febbraio nomina Walter Ricciardi (laureato in medicina e chirurgia alla pubblica università di Napoli) consigliere speciale per le relazioni tra l’Italia e le organizzazioni sanitarie internazionali. Da ricordare Walter Ricciardi membro dell’organizzazione mondiale della sanità Oms ed ex presidente dell’istituto nazionale della sanità italiano. Probabilmente il suo arrivo come unica persona competente è arrivato troppo tardi, o forse non è normale che un laureato in legge sia ministro della salute in Italia e nomina un laureato in medicina come sotto aiutante, ma procediamo.

Giorno 8 marzo vista l’evoluzione della situazione il presidente del Consiglio Conte emana un decreto, prevedendo la limitazione degli spostamenti e la quasi totale chiusura verso i comuni esterni (mai totale), la zona di sicurezza sarebbe zona di sicurezza sarebbe costituita dalla Lombardia e dalle province di ModenaParmaPiacenzaReggio EmiliaRiminiPesaro e UrbinoAlessandriaAstiNovaraVerbano Cusio OssolaVercelliPadovaTreviso e Venezia, ma ovviamente il virus come è uscito da Codogno sarebbe già uscito anche da quei paesi, motivo per il quale si sarebbe dovuto chiudere tutto, come io stesso ho pubblicato nel social network Facebook, il 5 marzo (con un diploma di ragioneria). Le limitazioni aumentano piano piano, limitando le attività commerciali, viene imposta un’autocertificazione nel quale bisogna sceivere se si è mai stati infetti (anche se nessuno ha mai effettuato il tampone, per cui la gente dovrà dichiarare il falso), autocertificazione che solo il medico curante dovrebbe poter fare secondo la legge, ma gli spostamenti necessari continuano, anche di gente infetta quindi, piano piano si arriva al divieto assoluto di uscire da casa se non per fare lunghe file ai supermercati, ma i treni verso il sud aumentano e senza alcun controllo, nonostante le zone rosse, il virus si diffonde in tutta Italia, non veniamo più rassicurati, ma inizio a dirci di non uscire, non ci viene detto esattamente come difenderci ma solo di evitare di uscire, non ci viene detto in casa come difenderci da eventuali infetti, rituale che viene detto espressamente subcarta quando si entra in aree di medicina infettiva o quando vengono dati medicinali infettivi o radioattivi (fortunatamente ne so qualcosa per esperienza diretta), i casi ovviamente arrivano in tutta Italia, così che viene chiuso l’intero territorio nazionale, senza se e senza ma. Per intimidire i loro errori viene dichiarato che chi esce senza motivazione gli verrà fatta una denuncia penale, in seguito alle prime 100.000, queste vengono convertite in multe, l’Italia perde la democrazia di parola, la libertà di movimento, la libertà di uscire, si entra in una simil dittatura, in cui i verbali continuano ancora oggi, anche per chi dice che vorrebbe ritornare a lavorare. Vengono offerti aiuti al popolo, lavoratori e non, mai arrivati per due mesi, vengono offerti prestiti con banche senza interessi per la riapertura, ma non tutte le banche lo fanno e gli interessi ci sono eccome, la disoccupazione aumenta, il Pil crolla, le famiglie non possono più mangiare, ma le attività devono rimanere chiuse e senza aiuti. E la lista continua, per non parlare dei verbali fatti a marito e moglie se camminano accanto in macchina, non possono, altrimenti è verbale, non puoi uscire per nessun motivo o è verbale, tutto ciò, perché ministri della salute laureati alla LUISS di Roma, a capo del Pd, non si sono mai voluti dimezzare lo stipendio, per cui anche se il popolo non lavora, uno dei governi più cari del mondo deve essere mantenuto.

Ma a questo punto andrebbe anche ricordato, che il pd era proprio quello che nessuno di noi avrebbe mai voluto rivedere i faccia soprattutto dopo i rapimenti dei bambini di Bibbiano, sottratti ai genitori senza alcuna motivazione, per portarli non si sa ancora oggi dove esattamente, per questo motivo, il Signor Speranza si distacca dal Pd ed entra nel nuovo Articolo Uno, per gli eccessivi scandali che sono stati insabbiati in merito.

Come può una persona così incompentente essere ministro della salute se neppure è laureato in medicina? È palese che frequentare un’università privata ti può portare anche a fare il chirurgo con cacciavite e tasselli alla mano, ma i risultati alla fine si vedono. Bè non aggiungo altro, ma 30.000 vittime in Italia con un’ottimo primato mondiale, è stato grazie all’ennesimo governo di incapaci e corrotti, che devono fare strada perché figli di famiglie nobili, che sostituiscono gente competente come la ex ministro della salute laureata in medicina e non in legge.

Cerchiamo di condividere la storia del ministro Speranza, che di speranza a noi ci ha fatti morire, come i bimbi di Bibbiano, che in troppi hanno già dimenticato.

Condividi e fai girare.

Per non dimenticare leggi la La storia di Bibbiano qui.

Se ti va di partecipare, sto facendo un sondaggio sulle decisioni del governo, puoi lasciare la tua risposta? È totalmente anonimo: Sondaggio decisioni del governo

Se ti va qui puoi esprimere il tuo giudizio sull’operato del Ministro della Salute Speranza, totalmente anonimo Sondaggio sull’operato del Ministro della Salute Speranza

One thought on “Chi è il ministro della salute in Italia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: