Prelevato dalla spiaggia e sanzionato in modo illeggittimo

L’abuso di potere sta continuando ogni giorno, questo ormai non è contenimento del virus, è chiaro ormai a tutti, il popolo adesso vuole risposte, perché il fondo è stato ormai toccato, e le piaghe non si rimarginano da sole nelle menti di cittadini che dovranno mettersi nelle mani di un un’avvocato per difendersi dall’abuso continuo che noi cittadini riceviamo.

Da nord a sud gli animi sono ormai troppo caldi, nascosti dietro una falsa quarantena di una normale influenza stagionale, quello che è successo oggi in spiaggia a Mondello ha dell’incredibile. È vero che non si può sostare in spiaggia perora, anche se questo decreto andrebbe discusso a monte, non quando si è dentro il problema. Questa mattina 10 maggio 2020 ho assistito ad un’evento veramente scandaloso.

Un ragazzo con la propria ragazza sostava in spiaggia entrambi con mascherina tra l’altro e a distanza da altre persone, quando ad un certo punto si sono avvicinati 4 agenti delle forze dell’ordine, dritti verso la coppia, come se non vedessero il resto di gente che li circondava, probabilmente gli agenti volevano dare il buon esempio agli altri bagnanti. Quando al ragazzo è stato chiesto di mostrare i documenti, questo probabilmente si è rifiutato, vedendo che non ci fosse alcuna motivazione alla richiesta. Questi sentendosi minacciati da nessuna parola espressa dal ragazzo oltre a non voler esporre i propri documenti, lo hanno preso di peso per portarlo nella caserma più vicina, il ragazzo è stato trattato come un “cane” davanti la folla, strattonandola i 4 quando sono arrivati anche i rinforzi, il ragazzo non ha neppure cercato di scappare, ma la figura davanti un’intera spiaggia non è stata delle migliori, non tanto per il ragazzo, ma per gli agenti, che negli ultimi giorni non sono visti di buon occhio da molti cittadini, rischiando di rompere la pace creata negli anni. Con queste vicende cresce l’odio, non la stima.

Evidentemente agli agenti non dispiace mostrare tale forza quando sono diventati 7 contro un povero e indifeso ragazzo che sostava in spiaggia come altre centinaia di persone. Il ragazzo fu portato alla caserma di Mondello, alla ragazza è stata proibito di entrare (follia non poter entrare in un commissariato col proprio fidanzato), tra l’altro mentre gli agenti ai apprestavano a portare il ragazzo in caserma come se avessero preso a Matteo Messina Denaro.

Alla fine il ragazzo è uscito dal commissariato con un verbale nel quale viola L’articolo 651 cioè la sanzione per non aver mostrato i documenti e L’articolo 337, secondo il quale avrebbe opposto resistenza a pubblico ufficiale. Insomma qui mi sembra essere arrivati oltre la dittatura, queste non sono misure anticovid, ma stress psicologico e terrorismo psicologico contro un popolo indifeso e inerme.

Potete trovare qui ulteriori dettagli Prelevato dalla spiaggia senza motivazione e sanzionato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: