Perché in Italia nel silenzio dei tg aumentano le proteste

In Italia da tantissimi anni ormai si assiste ad una politica anti-stato e anti-popolo, si tende ormai a fare leggi solo per la tutela del governo e a sanzionare sempre meno i criminali. Continui aumenti di stipendio solo per i governatori, con sempre più controlli e restrizioni, sempre meno libertà, una magistratura che sembra non svolgere realmente il proprio lavoro, una moneta unica europea che oltre ad avere un’ottima stabilità confronto alle altre monete mondiali, favorisce solo i mercati finanziari, ma realmente si paga un costo troppo alto per avere questa moneta, che è l’euro.

Il popolo assiste continuamente a tagli nella sanità, ai vari servizi pubblici ecc favorendo così solo i servizi privati, basti vedere le strade italiane che ogni anno contano centinaia o migliaia di morti a causa dello sgretolamento del cemento e della scarsa manutenzione, basti vedere il Ponte Morandi, già ricostruito, o basti pensare anche alla differenza nord sud, con l’autostrada Palermo Catania ancora interrotta, e tante altre negligenze.

Quest’anno però si è assistito al massimo delle restrizioni raggiungibili, in nome del coronavirus, si sono attuati decreti anticostituzionali al massimo, le forze dell’ordine hanno letteralmente obbedito senza tirarsi indietro di fronte a quello che sembra uno sciacallaggio dello stato contro il popolo, effettuando una miriade di verbali, che mai potrebbero rallentare il virus, ma possono solo aumentare le casse di uno stato che chissà dove manda i nostri soldi, oltre al fatto che chi volesse fare ricorso si ritroverà intanto a fover pagare il verbale, poi un’avvocato, e se dovesse perdere la causa dovrà anche pagare il doppio del verbale, un po come dire non fate ricorso perché è peggio. Basti pensare che hanno sospeso qualsiasi lavoro e il primo che hanno riaperto è stato il gioco d’azzardo, slot machine, gratta e vinci, superenalotto ecc, è palese che non erano servizi prioritari alla riapertura, ma fondamentali per mantenere gli esosi stipendi dello stato.

Oltre che sanzionare un popolo al quale per due mesi viene imposto di non lavorare, è veramente da stato strafottente del proprio popolo, sanzionarlo mentre gli viene imposto di non lavorare.

Ma il problema adesso sta nel fatto che se il governo Conte abbia o non abbia agito correttamente, per mantenere i numeri di decessi (che comunque non sono stati mantenuti per niente bassi, anzi), non spetta a noi giudicare l’operato del governo, ma, il popolo evidentemente adesso si è stancato delle numerosissime promesse non mantenute da questo governo in termini di rilancio, se viene offerto un bonus al popolo, e viene sempre rimandato, ma giudicata una data, è normale che prima o poi vada in escandescenza questo.

È il caso del bonus ristrutturazioni, già addirittura approvato, ma non si sa nulla su come rientrarci, cosa bisogna fare per ottenerlo ecc, che poi, il governo che non è riuscito a dare un centesimo al popolo, suona strano che adesso paghi interamente i lavori delle nostre case, cosa c’è dietro?

Altro caso fastidioso è il bonus biciclette, proposto da oltre 4 mesi, viene detto al popolo solamente che chi acquista una bicicletta (non si sa se deve essere per forza elettrica) dal 4 maggio, dovrà iscriversi in una piattaforma, che ancora non esiste, è da lì riceverà il bonus. Al momento non c’è quindi un centesimo di bonus biciclette, ma l’unica probabilità è che dopo aver incassato il governo milioni di euro dai nostri acquisti, forse manderà qualcosa.

Inoltre ci sarebbero i tanto attesi aiuti economici dall’Europa, ci hanno riempito di notizie, tra Mes, Coronabond, Eurobond, Conte che si oppone al Mes, l’Europa che lo prospetta in altri modi (apparentemente meno da usurai del nornale), ma nella realtà, non arriva nulla ancora.

Ci sarebbe l’obbligo delle mascherine, nonostante non ci sia più alcun bisogno secondo i medici, eppure il governo continua non solo ad imporle nei luoghi chiusi, ma proibisce anche gli assembramenti sanzionandoli in modo pesantissimo.

Tutto questo, e altro ancora, non farà che portare a una grave recessione e gravi scontri tra popolo e governo. Non importa chi sia al governo in questo momento, l’unica cosa che il popolo vuole è che chi sia al governo debba rispettare le promesse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: